Effettuare un intervento di Mastoplastica a Roma

Tiplogie di interventi di Mastoplastica a Roma

La mastoplastica è un intervento che riguarda il seno delle donne, il quale potrà subire delle modifiche sia dal punto di vista estetico, sia sotto il profilo sanitario: ecco alcuni esempi ed il perché conviene recarsi a Roma per tale intervento.

 

La mastoplastica additiva ed il suo scopo

 

Come prima tipologia di intervento, che riguarda il seno delle donne, vi è la mastoplastica additiva che, come suggerisce il nome stesso, aggiunge qualcosa al seno.

Questo intervento viene generalmente utilizzato dalle donne che hanno un seno piccolo e che vorrebbero invece possederne uno voluminoso: la mastoplastica additiva serve proprio a questo scopo, ovvero ad aumentare le dimensioni del seno della paziente.

Per poter realizzare questo intervento, ed ottenere un risultato soddisfacente, viene praticata un’incisione sul seno della donna e successivamente viene inserita la protesi.

Questa potrà essere composta da diversi elementi, quali gel e silicone o soluzioni saline, ovvero semplice acqua salata che viene trattata chimicamente per darle consistenza.

Dopo l’intervento, le donne avranno un seno voluminoso e sodo, proprio come volevano loro: possibile che possa rimanere qualche cicatrice sul seno che, col passare del tempo, tenderà a svanire.

 

La mastoplastica riduttiva per ridurre il seno

 

Al contrario, ci possono essere delle donne che invece non sopportano la grandezza e voluminosità del loro seno e che vorrebbero ridurlo: in questo caso si parla di mastoplastica riduttiva, ovvero un intervento che serve appunto a ridurre il seno delle donne.

Nella maggior parte dei casi, per questo intervento viene applicata un’incisione che raffigura la lettera T, che avrà una posizione rovesciata: l’intervento consiste nel rimuovere la quantità di grasso in eccesso presente nel seno, che a lungo andare potrebbe creare problemi alla schiena delle donne, visto il peso che devono sostenere.

Anche in questo caso le cicatrici potrebbero tardare a svanire, ma in compenso si eviteranno dei problemi ben più gravi che potrebbero colpire la schiena della donna.

 

La mastopessi per il riposizionamento del seno

 

Quest’ultima tipologia di intervento risulta essere differente dagli altri due, e non riguarda riduzione o aumento del seno, ma bensì solo ed esclusivamente il suo riposizionamento.

Il seno della paziente che richiede tale intervento potrebbe infatti essere voluminoso e grande: il problema consiste che questo potrebbe essere cadente, ovvero essere sceso.

Tale problematica si manifesta generalmente dopo una gravidanza oppure con l’avanzare degli anni.

Anche in questo caso la chirurgia permette alle donne di poter tornare ad essere fiere del loro corpo, visto che l’intervento serve principalmente a riposizionare il seno in maniera tale che questo sia perfetto per le esigenze delle donne.

Come nei due precedenti interventi, le cicatrici potrebbero rimanere per diverso tempo nella parte del seno dove viene praticata l’incisione, ma il risultato sarà sin da subito visibile e chiaro per le donne.

Importante sottolineare che, in tutti e tre i casi, il periodo di degenza della paziente deve essere pari a circa cinque settimane: quindi in estate sarà impossibile prendere il sole in spiaggia.

 

Perché scegliere Roma per l’intervento di mastoplastica

 

Ecco perché, scegliere la città di Roma per un intervento di mastoplastica rappresenta una delle idee più sagge che si possono compiere, visto che in questa città sono presenti diverse cliniche in grado di offrire, alle pazienti, la possibilità di poter avere un seno perfetto sfruttando tutta l’esperienza dei medici.

Inoltre, il prezzo dell’intervento risulta essere abbastanza basso, cosa che offre alle donne la possibilità di sottoporsi a questo particolare intervento senza dover affrontare spese eccessive che potrebbero andare ad intaccare il patrimonio e fondi per spese di maggior importanza ed urgenza.

La Valeriana e i sui Effetti Benefici

Effetti Benefici della Valeriana

Per chi soffre di ansia e insonnia è sempre pericoloso assumere psicofarmaci e ansiolitici e molto spesso si ricorre a dei rimedi naturali per curare l’insonnia, che spesso sono più efficaci dei medicinali.

In questo caso il rimedio è la valeriana la quale se assunta con regolarità gestisce anche l’ansia, lo stress, dolori mestruali e crampi e il tutto senza effetti collaterali.

 

Rimedi naturali per dormire

La valeriana viene usata soprattutto da chi soffre di disturbi del sonno e dello stress e si può trovare in vendita sotto forma di compresse arricchite da vitamina B6 che porta benessere al cervello e quindi a tutto l’organismo.

La valeriana non è un medicinale e non vuole sostituire uno psicofarmaco oppure un ansiolitico ma potrebbe essere un rimedio naturale alternativo alle cure medicinali.

L’ansia ha varie manifestazioni e può dipendere da vari fattori come per esempio l’ansia delle feste che è piuttosto diffusa, questa forma di ansia potrebbe colpire anche soggetti che in genere non soffrono di ansia o di stress ma a volte può capitare perché le festività portano a organizzare delle cose, viaggi, preparativi etc…e allora il miglior modo per affrontare il tutto è appunto questo semplice metodo naturale di assumere la valeriana che serve ad aiutare l’equilibrio fisico e mentale.

L’ansia si può manifestare con mal di testa frequenti, nervosismo, tachicardia, stipsi o diarrea oppure meteorismo e questi sono solo alcuni dei disturbi ma il disturbo più frequente è l’insonnia che porta a rimanere svegli durante la notte con piccoli intervalli di sonno ma che scompensano anche tutte le giornate in cui ci si sente stanchi e stressati ma soprattutto deboli e confusi per cui è difficile concentrarsi per qualunque attività che bisogna svolgere.

Molte persone per combattere i disturbi dovuti all’ansia ricorrono a medicinali che purtroppo non curano neppure l’origine del malessere. Molti medici prescrivono la valeriana anche perché gli psicofarmaci e gli ansiolitici sono a base di benzodiazepine che sono dei farmaci che portano la persona che ne fa uso a dormire e a rilassarsi, quindi non indicati a persone che devono guidare o svolgere delle attività perché appunto portano sonnolenza e anche dipendenza.

Valeriana Effetti benefici

Gli studi sulla Valeriana ed i suoi effetti benefici

La valeriana è una pianta conosciuta ed apprezzata da molti secoli. E’ un arbusto che cresce nelle zone boscose e nei prati umidi in Europa e in America. Dalla sua radice e dal suo fusto si ricavano succhi ed estratti ricchi di principi attivi dalle proprietà rilassanti, sedativi e analgesiche.

Da recenti studi si è scoperto che gli estratti dalla valeriana hanno dei principi attivi molto simili agli benzodiazepine ma senza gli effetti collaterali di dipendenza e favorendo il sonno naturale senza rischi per la salute della persona. Inoltre la valeriana oltre a non portare dipendenza non porta neppure disturbi di concentrazione o sonnolenza durante la giornata o durante le attività che si svolgono.

Le compresse di valeriana sono il giusto rimedio per l’ansia, infatti contiene la giusta concentrazione di principi attivi per agire in modo rapito ogni qual volta ce ne fosse bisogno. La giusta dose quotidiana è quella di 300mg da assumere preferibilmente prima di andare a dormire oppure di suddividere la quantità in due o tre volte durante la giornata.

Sarebbe meglio non superare le dosi consigliate e sicuramente di non assumere la valeriana in contemporanea di alcolici o ansiolitici oppure medicinali anti-epilettici.

Per avere maggiori informazioni riguardo l’utilizzo della valeriana come rimedio contro l’ansia e l’insonnia visitate il sito www.lavaleriana.it!

Tecniche di Chirurgia Estetica del viso praticate a Firenze

Chirurgia Estetica a Firenze

Il viso e la chirurgia estetica a Firenze

 

Il viso è una parte molto importante del nostro corpo. Il viso contribuisce a definire la nostra bellezza fisica, permette di individuare ciascun essere umano; è quella parte del corpo che manifesta i nostri stati d’animo, le nostre paure, sofferenze, ma anche gioia e benessere.

Il viso è un “biglietto da visita” che verso gli altri che ci guardano crea “un’impressione visiva” e può essere determinante per i rapporti lavorativi e interpersonali, specie se abitiamo in un grande centro come Firenze.

Questi aspetti devono essere presi in considerazione quando si decide di intervenire chirurgicamente per risolvere alcuni inestetismi del volto.

Tra gli inestetismi più frequenti tra l’uomo e la donna vi sono: le labbra troppo sottili, il “naso aquilino”, le cicatrici generate da un’acne eccessiva, oppure le rughe dovute all’invecchiamento cutaneo.

 

L’obiettivo della chirurgia estetica del viso

 

Nella maggior parte dei casi ci si rivolge alla chirurgia estetica, non per stravolgere il viso ma per eliminare gli inestetismi. In questi casi la chirurgia estetica deve creare armonia tra i tratti somatici eliminando eventuali cicatrici ed inestetismi e mettere in risalto quei punti che determinano la bellezza del paziente.

Per raggiungere questi risultati oggi i chirurghi mettono in atto diverse tecniche che si basano sull’utilizzo di strumenti moderni e che vanno di pari passo con la ricerca scientifica. Tutte le tecniche prevedono l’uso di infiltrazioni di anestetico nelle zone del volto interessate specialmente rivolgendosi ad un chirurgo estetico di Firenze.

 

La rinoplastica

 

La rinoplastica è uno degli interventi più praticati per correggere gli inestetismi del naso: come la forma, eventuali cicatrici; è utilizzata anche per risolvere problemi funzionali del naso, come la deviazione del setto nasale. Con questa tecnica i risultati saranno i più naturali possibili.

 

La blefaroplastica

 

Si ricorre alla “blefaroplastica” per correggere gli inestetismi dovuti all’invecchiamento o ad una predisposizione che varia in base ai soggetti.

Con questa tecnica si eliminano le occhiaie, le borse agli occhi, le rughe alle palpebre e il sopracciglio cadente. In questo modo si possono togliere dieci anni al proprio volto, creando a livello di immagine un impatto decisivo, in quanto elimina lo sguardo stanco ed invecchiato.

Chirurgo Plastico Firenze

L’otoplastica

 

“L’otoplastica” è eseguita su quei pazienti che hanno le “orecchie a sventola” o che presentono dei difetti all’orecchio o al lobo auricolare.

Con questa tecnica la correzione degli inestetismi diventa molto semplice e non lascia nemmeno una cicatrice. Per la sua semplicità è consigliata anche per risolvere gli inestetismi nei bambini.

 

La mentoplastica

 

A tutti quei pazienti che vogliono risolvere l’inestetismo creato dal cosiddetto “mento sfuggente” si consiglia di eseguire una “mentoplastica.” La tecnica consiste nell’inserire una protesi specifica per il mento.

E’ una tecnica invasiva, ma comunque il risultato è quello di avere un mento che si armonizza con il profilo naturale del volto.

 

Il lifting

 

Il “lifting” è una delle tecniche chirurgiche per risolvere gli inestetismi del viso più diffusa, praticata sia su pazienti femminili che maschili. Con questa tecnica si risolvono gli inestetismi causati dall’invecchiamento cutaneo, le cosiddette rughe.

Si rimodellano i contorni del viso, attraverso una rimodellazione dei muscoli sottocutanei e si elimina la cute eccessiva, infatti l’invecchiamento coinvolge tutta la struttura muscolare sottocutanea.

E’ un intervento invasivo, ma può essere applicato anche solo in alcune parti del volto con i cosiddetti “mini-lifting” che possono essere applicati, ad esempio, solo nella zone del collo, delle sopracciglia, della zona intorno alle labbra.

Questi ultimi sono dei piccoli interventi che mirano alla correzione di inestetismi localizzati e che vengono effettuati da uno specialista in chirurgia estetica a Firenze: il suo nome è Pietro Campione.